Hosting gratuito e dominio gratis offerti da HostingGratis.it

IL PLASTICO DI PESCASSEROLI

THE LAYOUT OF PESCASSEROLI

 

La stazione tema del plastico è ambientata nel famoso centro abruzzese ed è collegata con Avezzano verso Nord con una linea a semplice binario elettrificata, con Castel di Sangro a Sud con una linea sempre a semplice binario, ma a trazione termica, come la linea che si inerpica fino a Scanno facendone la più alta ferrovia d'Italia.

Un minimo di storia ----vera---- e verosimile della stazione e della linea ferroviaria.

----- All'inizio del XX secolo, la piccola cittadina di Pescasseroli, grazie anche al suo illustre cittadino Benedetto Croce, il quale vi tornò per la prima volta dalla nascita nell'agosto del 1910, ebbe una “svolta nella sua storia”.

Il 21 agosto di quell'anno, dal balcone di Palazzo Sipari pronunciò un discorso, più noto come Discorso di Pescasseroli, nel quale salutò i propri concittadini, rammaricandosi per non essere tornato prima. La ragione di ciò era individuata dal filosofo nel timore di disperdere le belle immagini che del borgo marsicano si era fatto, come in un sogno, attraverso i tanti racconti che, quando era piccolo, aveva udito dalla madre (Luisa Sipari). Aveva dunque paura che il sogno non corrispondesse alla realtà. Questa, tuttavia, era migliore del sogno, tanto che Pescasseroli gli parve «più bella, più ampia, più gaia» e persino «più civile» di come l'aveva vagheggiata. Belle parole, quelle di Croce, che si conclusero anche con una sorta di profezia, secondo la quale il nome del suo paese natale sarebbe diventato in pochi anni «familiare a tutti», perché a Pescasseroli sarebbero arrivati «da ogni parte, i villeggianti e gli escursionisti».

Nel riconoscergli quell'antiveggenza che soltanto i grandi uomini possono vantare, non va trascurato che una parte della fama del borgo alto sangrino sia dovuta anche all'opera dello stesso filosofo, che presentò, da ministro della Pubblica Istruzione, il disegno di legge per la tutela delle bellezze naturali e degli immobili di particolare interesse storico (approvato poi con la Legge 778 del 1922), primo fondamento legislativo dei parchi nazionali italiani, e che scrisse la monografia di Pescasseroli, più tardi collocata in appendice alla prestigiosa Storia del Regno di Napoli. -------

A livello ferroviario, il "senatore" pose in essere i suoi "buoni uffici" affinché la cittadina fosse collegata a mezzo ferrovia almeno verso la capitale in modo da incentivarne il turismo, proponendo un collegamento da Avezzano a Castel di Sangro a scartamento ridotto passante per la piana del Fucino, e Pescasseroli, collegato alla appena costruita Ferrovia Sangritana. (Il collegamento nella realta' non venne mai realizzato). Così nel 1915 terminarono "a tempo di record" i lavori della linea con Avezzano, che fu inoltre prolungata dopo la Guerra fino a Castel di Sangro sulla Sulmona Carpinone.

Questo costruire la linea in due fasi ebbe come risultato il disegno caratteristico della stazione la quale si presenta “di testa” per i treni provenienti da Avezzano, e di transito per quelli da e per Castel di Sangro.

La linea sarebbe diventata presto un “ramo secco” se non ci fosse stato il Parco Nazionale D'Abruzzo, il quale non solo ha portato un numero consistente di turisti nel paesino, ma stranamente, grazie ad una politica che ha privilegiato il turismo di qualità ha conosciuto un vero e proprio boom nel dopoguerra. Nei primi anni 60 la linea è stata elettrificata e l'armamento rinnovato, sfruttando finanziamenti della Cassa per il Mezzogiorno e la necessità delle FS di sperimentare le nuove traverse in cemento armato su una linea “difficile” per esercizio e condizioni climatiche.L

The main station of the layout is located in the famous touristic town of central Italy, it is connected to Avezzano in the north with a single track electrified mainline, two local branches (not electrified) link the station to Castel di Sangro in the south, and Scanno in the east. The latter is the highest section of the Italian Railway Network.

Now, a small historic details of the railway (the true story is in italics, the plausible fiction in standard font).

---At the beginnning of the 20th Century, the small town of Pescasseroli lived a crucial change in his history thanks to the famous writer and philosopher Benedetto Croce, who had born there.

He made a speech in august 1910 greeting the citizens and thanking them for keeping the town "nicer, happier and more civilized" than he remembered from his youth, forecasting a future in which Pescasseroli would attract tourists "from everywhere". It was an easy forecast as, belonging to the state Senate, and being minister for state schooling, he was the father of a law aimed at preserving the natural and cultural heritage, from which Italy got the start in establishing the Natural Parks system. The first Italian National Park was established exactly in the Pescasseroli area. He also "pushed" a proposal to connect Pescasseroli to Avezzano (and thus Rome) by means of a narrow gauge railway from Avezzano to Castel di Sangro, via the agricultural Fucino plain, effectively connecting on the east side to the Adriatic via the "Sangritana" railway.

First World War saw only the Avezzano line completed to standard gauge, giving the Pescasseroli station is peculiar design as a "hybrid" station: "part terminal (Avezzano and Scanno lines), part passing (Castel di Sangro line)". After the war the line was extended to Castel di Sangro, thus joining the Sulmona Carpinone and "Sangritana" lines.

The railway was never built in reality, but just on the layout as it provides an interesting operational and scenic setting.

The line would have been a "dead branch" was it not for the National Park; an open mind policy from the local government (this alas, is also fiction) boosted railway use and limited the traffic on the roads. A good number of "quality" tourists and limitation on road transport boosted rail traffic on the lines. In the early sixties the line was improved with new heavier rails and electrified using development funds and taking advantage by the need for the State Railways to "test" concrete sleepers in a harsh climate area. a senato

OPERAZIONI SULLA LINEA

OPERATIONS ON THE LINE

Il traffico viaggiatori e' condizionato dai flussi pendolari da Pescasseroli verso Avezzano e Roma: la frequenza dei treni e' maggiore la mattina presto ed il pomeriggio. Tre convogli percorrono la linea: uno effettuato con materiale reversibile, uno con materiale ordinario (dagli anni 80 anche questo sara' reversibile), il terzo con elettromotrici ALe 803. Il treno di materiale ordinario espleta il servizio diretto da Castel di Sangro verso Avezzano (senza cambio trazione) ed espleta il servizio postale. Il sabato e la domenica i convogli sono ridotti a due. A tutto cio' si aggiunge un servizio rapido giornaliero da e per Roma. Il fine settimana presenta due convogli a lunga percorrenza: la domenica un notturno con auto al seguito che arriva la mattina e riparte la sera; un diurno in arriivo il sabato sera ed in partenza la domenica mattina.

Il traffico merci regolare prevede una o due coppie al giorno, escluso il fine settimana. I "clienti" sono principalmente il consorzio agro alimentare di Pescasseroli, lo zuccherificio di Avezzano e le aziende agricole della piana del fucino. In transito vi sono carri per Villetta Barrea, Castel di Sangro ed altre destinazioni sul litorale adriatico meridionale.

Passenger traffic consist mainly of commuters from Pescasseroli to Avezzano and Rome: trains are more frequent in the early morning and in the afternoon. Three trains run the line: a push and pull consist, a standard consist (push and full from the 80s), and a couple of ALe 803 EMUs. The standard consist with mail and express LCL, is running a through service from Castel di Sangro. The second train does not run on weekends. A medium distance fast service from Rome runs daily in mid morning. During the weekend two long distance service are also scheduled: a night train with car transport arriving and departing on sunday, and a daylight one arriving saturday night and leaving sunday morning.

Two freight trains are normally scheduled on workdays mainly serving the "food and farming association" in Pescasseroli, the Sugar mill in Avezzano and the farms in the fucino plain. Through service includes cars for Villetta Barrea, Castel di Sangro and other destinations on the southern adriatic coast.

map1

map

 

TRACCIATO E MOVIMENTO IN STAZIONE

TRACK PLAN AND STATION OPERATIONS

Il plastico si sviluppa lungo una parete ed e' costruito con il sistema modulare posato su scaffali GORM dell'IKEA. Il tracciato vede la stazione come punto principale, la linea di Avezzano e' rappresentata da un cappio nascosto, mentre la linea per Scanno si dirama in uscita da Pescasseroli e termina con la piccola stazione sopra il cappio. La linea di Castel di Sangro invece prosegue dai binari 1 e 2 e termina in una piccola stazione non decorata su una pedana ribaltabile. In stazione si possono notare il magazzino merci sul tronchino del primo binario sul lato Ovest (in alto nell'immagine), sul lato Est si trova la rimessa locomotive ad un binario coperto. Il lato Sud presenta lo scalo del "Consorzio agro alimentare del Parco": il maggior cliente del traffico merci della stazione ed il triangolo d'inversione (ribaltabile anch'esso) delle vaporiere, intorno al quale sono poste le strutture di supporto e rifornimento (carbone, acqua e fossa del ceneratoio); le strutture rimangono attive per permettere lo svolgimento dei servizi turistici a vapore anche negli anni successivi al termine dell'esercizio regolare.

Le operazioni in stazione si svolgono in questo modo (i binari elettrificati sono in azzurro):

I binari 1 e 2 sono usati soprattutto per la linea di Castel di Sangro ed in parte anche per la linea principale (Avezzano).

I binari 3, 4 e saltuariamente anche il 2 sono utilizzati per la linea principale ed hanno i collegamenti per permettere l'inversione delle locomotive.

I binari 5 e 6 sono usati per il traffico merci, come scalo ed asta di manovra, oltre a permettere il ricovero di treni in attesa di prendere servizio e le operazioni di accudienza delle locomotive a vapore. Le tratte elettrificate sono ridotte al minimo per ridurre il rischio di folgorazione durante le operazioni di carico e scarico. Il tratto di binario parallelo alla rimessa e' usato per lo stazionamento dei mezzi in lavorazione.

The layout is being built as a shelf modular on top of GORM shelves from IKEA. The track plan has Pescasseroli station as its main point, the Avezzano line is made of a hidden return loop, whether the Scanno line climbs out of the Pescasseroli station and ends in the Small terminal of Scanno on top of the Avezzano line. The Castel di Sangro branch, starting from tracks 1 and 2 of Pescasseroli, is a simple fiddle yard on a foldable shelf. The station main points are the Freight depot on the small stub on the first track on the west side (on top in the image); the loco shop is instead on the North East side; it is on the South side that the most operationally interesting features of the station are located. First is the "Association of food and farm producers" with its three track yard (one is shared with the station, but this arrangement makes up for an Inglenook switching scheme), and the turning wye which includes the coal, water, and ash pit services; preserved for the tourist steam trains. The wye is also located on a foldable shelf.

The station is so operated (electric tracks are shown in blue):

Tracks 1 and 2 are mainly for the Castel di Sangro and Scanno line, but also host main (Avezzano) line services.

Tracks 3, 4 and sometimes 2 are used for the main line; they have runaround possibilites for the locomotives.

Track 5 and 6 are not normally used for passenger service, they serve as yard leads for the "Food growers", steam loco servicing and parking spots for rolling stock. Electrification is limited to the strict necessary part in order to reduce safety hazards for personneel involved in freight handling. The part of the track parallel to the loco shop is also used as a Repair In Place spot.

   

PRESCRIZIONI OPERATIVE

OPERATIONAL RULES

SERVIZIO DI LINEA

MAINLINE OPERATIONS

1. TRAZIONE MULTIPLA 1. MULTIPLE TRACTION
  1. a. La trazione multipla è prevista solo ed esclusivamente quando la massa del treno supera il valore di prestazione della locomotiva assegnata; negli altri casi la locomotiva con prestazione inferiore deve essere inattiva. Se la massa del treno con locomotiva inattiva supera i limiti di prestazione della locomotiva titolare, la seconda locomotiva viaggerà isolata nella prima traccia disponibile.
  2. b. Non e' ammesso il servizio di spinta.
  3. c. E' vietata la trazione multipla in numero superiore a due unità, quella promiscua e quella simmetrica.
  4. d. L'impiego di locomotori diesel in tratte elettrificate è da ridurre al minimo possibile; la norma non si applica ai mezzi leggeri in servizio su tratte miste.
  5. e. Non e' consentito ai mezzi di manovra con velocita' massima inferiore a 45 km/h l'espletamento di treni in linea, salvo il treno soccorso ed il trasporto scorte di carbone ed acqua per i treni storici.
  1. a. Multiple traction is only allowed when the train exceeds the appropriate weight table for the assigned loco; otherwise the second loco must be in standby mode.
  2. b. Pusher service is not permitted.
  3. c. Multiple traction is to be exercised by no more than two units coupled together in front of the train. A mix of electric, diesel and / or steam is not allowed.
  4. d. Diesel locomotives on electrified lines are to be used to the minimum extent possible.
  5. e. Mainline service is to be exercised by locomotives capable of a max speed in excess of 45 kph (30 mph approx). A standing exception is made for service and wreck trains.
2. SERVIZI CON MATERIALE STORICO
  1. a. E' consentita, con solo fuoco di stazionamento, l'accensione di una locomotiva a vapore di riserva a Pescasseroli nel solo caso in cui siano presenti in servizio contemporaneamente almeno due locomotive a vapore, fino alla avvenuta fine del servizio.
  2. b. E' ammessa la trazione multipla promiscua nei soli casi del punto 1a esclusivamente con altro materiale storico.
  3. c. Nelle stazioni di Pescasseroli, Castel di Sangro e Scanno devono essere disponibili scorte di carbone e di acqua superiori del 30% al consumo previsto nella settimana successiva. Il trasporto di scorte non può essere effettuato dal treno storico.
  4. d. La marcia delle locomotive a tender avanti è limitata alla velocità massima di 50 km/h, eccetto quando in doppia trazione con altra locomotiva a vapore marciante a fumaiolo avanti, nel qual caso il limite e' di 60 km/h; sulla linea Avezzano Pescasseroli i limiti sono aumentati di 10 km/h.
  5. e. E' ammesso il transito di treni FS a materiale ordinario sulla linea Pescasseroli Scanno.
  6. f. La condotta delle locomotive a vapore deve avvenire con la massima cautela onde evitare l’innesco di incendi lungo la linea.
  1. a. When two or more steam locomotives are used, one hot reserve unit can be put on standby at Pescasseroli.
  2. b. Diesel or electric locomotives can be used as helpers for historic trains when conditions of 1a are fulfilled.
  3. c. Coal and water stores are to be held at Pescasseroli, Castel di Sangro e Scanno consisting of 130% of the extimated consumption of the following week. Historic services can not haul coal or other stores.
  4. d. Reverse running for steam locos is limited to 50 kph; when coupled to another loco running smokestack first, the maximum speed is increased to 60 kph; on the Avezzano - Pescasseroli mainline the above limits are increased by 10 kph.
  5. e. FS rolling stock, other than DMUs, is allowed to run on the Scanno branch.
  6. f. Steam locomotives are to be driven with caution to avoid the risk of igniting forest fires.
3. SERVIZIO DI MANOVRA 3. SHUNTING OPERATIONS
  1. a. Le manovre che interessano i binari destinati al servizio viaggiatori o gli ingressi e le uscite in stazione devono terminare 5 minuti prima dell'arrivo o partenza del treno di linea.
  • a. Shunting on tracks used for passengers service and access track must be completed 5 minutes before scheduled arrival / departing time of the trains.
4. PRESCRIZIONI MODELLISTICHE 4. HO SCALE RULES
  1. a. Le locomotive selezionate per il controllo saranno considerate attive e dovranno avere obbligatoriamente i fari accesi anche quando ferme in sosta (in questo caso lato Avezzano); le macchine saranno deselezionate solo dopo lo spegnimento dei fari.
  2. b. L’utilizzo in analogico e la programmazione delle CV non è consentito durante l'esercizio.
  3. c. La programmazione delle CV per la trazione multipla puo' avvenire solo sul binario apposito.
  • a. Active locomotives are the ones selected on the DCC handheld. These are to light front lights even when standing still (towards Avezzano in this case); locomotives are to be deselected only afler the lights are shut off.
  • b. Circulation of analog locomotives and DCC programming is not allowed during service.
  • c. MU DCC programming is to be done exclusively on the programming track.
5. SERVIZIO SPAZZANEVE 5. SNOW OPERATIONS
  1. Le operazioni di rimozione degli accumuli nevosi possono essere effettuate nei seguenti modi in funzione dell'entita' degli stessi misurata al piano del ferro:
  2. a. medio inferiore ai 10 cm con accumuli non superiori ai 50 cm - Utilizzo vomeri dei mezzi in servizio.
  3. b. medio tra 10 e 50 cm con accumuli non superiori ai 100 cm - Utilizzo vomeri di locomotive da porre anche in sussidio ai mezzi leggeri.
  4. c. medio superiore ai 50 cm o accumuli superiori ai 100 cm - Interruzione del servizio ed utilizzo fresa spazzaneve.
  5. La velocita' massima in servizio spazzaneve e' di 50 km/h, per la fresa di 40km/h.
  6. .
  7. NOTA: per accumulo si intende almeno un singolo deposito che interessa un tratto di linea non superiore ai 20metri.
  • Snow removal operations are to be performed according to the amount of snow on the line measured at the railhead.
  • a. average up to 10 cm (3 1/2 inches), locally max 50 cm (2 feet) - Regular use of snowplows fitted on trains.
  • b. average 10 to 50 cm, locally max 100 cm (1 yard) - Use of loco-fitted snowplows, locos are to be put in front of railcars.
  • c. average of more than 50 cm, or local deposits higher than 100 cm - Closure of the line and use of rotary snowplow.
  • Maximum speed in snow removal service is 50 km/h (35 mph), for the snowplow is 40 km/h (25mph).
  • NOTE: deposits are defined as piles of snow that affect one or more single tracts of line longer than 20 meters (60 feet).
6. VARIE 6. MISCELLANEOUS
  1. a. La lunghezza massima dei convogli a composizione ordinaria sulla linea elettrificata è di 157 metri (180cm in HO), inclusa la locomotiva, e di 90 metri sulle due linee diesel. Per le composizioni reversibili tale limite è aumentato di 18 metri (20cm in HO). Il tutto salvo i limiti dati dalla prestazione delle locomotive.
  2. b. La semipilota FRA è utilizzabile solo con le carrozze e locomotive FRA.
  3. c. Il servizio di soccorso è assicurato secondo turnazione da locomotive FS e FRA.
  4. d. I deviatoi non sono tallonabili: il personale di macchina deve accertarsi a vista che il deviatoio sia posizionato correttamente prima di oltrepassare la traversa limite di stazionamento, eventualmente intervenire sul comando degli scambi una volta ricevuto il via libera notificando l'intervento al personale di movimento.
  5. e. Nella tratta Pescasseroli - PM Lecce Vecchia (direzione nord) e' possibile comporre treni eccedenti la tabella di prestazione massima (20) utilizzando la tabella per la prestazione 12 ridotta del 10%, quando disponibile ed accesa a Pescasseroli una locomotiva con prestazione adeguata per l'eventuale soccorso e spinta in linea. In questo caso non e' consentito l'invio di altro treno prima del transito del precedente al PM.
  6. f. Nella tratta Ortucchio - Pescasseroli e' possibile derogare alla prestazione per materiale leggero elettrico fino al grado 19, qualora sia garantita la locomotiva di soccorso come al punto precedente .
  7. g. I servizi di soccorso possono derogare dalle norme, salvo indicazione contraria del dirigente movimento.
  • a. Max lenght of consists on electric line is 157 meters including locomotive, on diesel lines max lenght is reduced to 90 meters. Push and pull consists can be 18 meters longer. Weight of train issues are anyway paramount.
  • b. FRA pilot car is to be used only with FRA locomotives.
  • c. Rescue train is pulled by FRA and FS locomotives on a rotation basis.
  • d. Turnouts are not spring driven: engineers are to visually check that turnouts are properly aligned before trespassing the white demarcation sleeper. Engineers with a cleared right of way can eventually align turnouts themselves and notify the event to dispatching personnel.
  • e. In the Pescasseroli - PM Lecce Vecchia section (northbound) it is allowed to use the weight table for grade 12, reduced by 10 %, instead of the max grade (20), whenever an adequate locomotive is immediately available in Pescasseroli for rescue and pushing service. In this case no train can follow the first one until it has passed PM Lecce Vecchia
  • f. In the Ortucchio - Pescasseroli section (southbound), when the rescue locomotive is available as in paragraph e, it is possible to increase the weight pulled by EMU up to grade 19.
  • f. Unless othervise stated by the dispatcher, a standing exception is made for rescue services.
   

 

HOME

ORARIO TRENI - PROFILO LINEA - PROFILO ALTIMETRICO - FLOTTA EXCEL